giovedì 16 marzo 2017

Da "La Bella e la Bestia" a "Io sono la Bestia"

Buonasera, amici di blog!
Oggi è uscito nei cinema la versione "in carne" di uno miei cartoni animati preferiti, nonché storia preferita dell'infanzia: "La Bella e la Bestia". Conservo ancora la VHS che mio fratello mi regalò al suo ritorno dalla licenza militare. Avrò visto quel cartone decine e decine di volte, fino a consumare il nastro. Credo di aver visto tutte le versioni, compresa quella sontuosa e teatrale al Brancaccio. Posto prima fila. Ottanta euro di biglietto che ripagherei anche adesso.
E rimuginando su questi vecchi ricordi, mi è tornato alla mente uno dei miei racconti brevi pubblicati online, liberamente ispirato proprio alla storia di Belle e della sua Bestia.
"Io sono la Bestia" partecipò alla raccolta di racconti "Once upon a time", per il sito Romanticamente Fantasy. Mi ricordo che fu un divertimento per me scriverlo ed è stato un divertimento anche rileggerlo. Ne posto un estratto. 

A quasi dieci anni dall'inizio del mio percorso editoriale, posso dire che il mio viaggio nei viale dei ricordi è già cominciato...





«Il clima a Parigi è teso; si attende qualcosa di cui si vociferava da tempo. E mentre noi insorgiamo contro creature demoniache, il popolo parigino lo farà contro l’autorità assoluta del re e della regina. Si prospetta un movimento popolare difficile da gestire e arrestare. Fremo all’idea di cosa possa accadere. Mia sorella Jeanine, quell’arpia profetessa, ha predetto rivoli di sangue gocciolanti da teste mozzate. E tra polvere da sparo e forconi, ha intravisto la figura della Bestia. I suoi vaneggiamenti non sono da prendere alla lettera e spesso ci hanno condotti a molte scelte sbagliate. Mortali. Ma se le chiacchiere si aggiungono alle sue visioni allora forse stavolta non faremo un buco nell’acqua. Forse stavolta riusciremo a tagliare la testa della Bestia ed esibirla assieme agli altri trofei conquistati. Le tenebre non mi fanno paura, ci sono cresciuta nel mezzo. E le creature che le abitano sono solo ombre da scacciare con lo scintillio delle nostre lame.»


Trovate il racconto completo QUI 

Buonanotte, amici di blog!

mercoledì 15 marzo 2017

Hai conquistato ogni parte di me

Buongiorno amici di blog!
No, non dirò "da ora in poi sarò più presente" e cose simili. Gli impegni della vita, e mettiamoci pure la mia pigrizia, non mi faranno mai essere presente e puntuale in questo posticino online come una volta. Ma almeno tra queste pagine virtuali dovevo lasciare un segno, IL segno, dell'uscita del mio nuovo romanzo targato Newton Compton Editori.
Hai conquistato ogni parte di me è uscito ieri e si può trovare soltanto in versione ebook. Del cartaceo non ho notizie, al momento. Dovrebbe uscire ma non so quando e come. Quindi per adesso mi godo l'uscita digitale, cerco di pubblicizzarlo il più possibile e poi sarà quel che sarà.

Voglio spendere altre due parole sul romanzo, prima di riscomparire nell'oblio.
"Hai conquistato ogni parte di me", è il verso di una canzone. Nulla di strano, visto che la Newton ci ha abituati a titoli tratti da canzoni italiane. Ma in realtà questo è un verso tratto da una canzone di chiesa, da un canto "sacro", che ho sempre adorato e che conserva aneddoti non troppo felici, legati alla morte di uno dei miei più cari amici, lo stesso al quale il libro è dedicato.

Ogni volta, leggo questo titolo cantandolo. È diventata un'abitudine che non se ne andrà mai.
Vi presento allora questa mia nuova creatura, una favola d'amore che spero possa farvi trascorrere qualche ora spensierata.

A presto, amici di blog! O meglio... alla mia prossima resurrezione!




Nicoletta Catullo lavora come giornalista per un un noto settimanale italiano. Ha ambizioni letterarie e un libro nel cassetto che non ha mai avuto il coraggio di far leggere a nessuno. La sua vita cambia totalmente quando il suo direttore le commissiona un articolo molto particolare: intervistare il cast di una nuova fiction italiana sui Borgia.
Nicoletta ha modo non solo di conoscere personaggi già famosi ma anche Luke Grady, un giovane attore che si sta facendo ammirare nel panorama cinematografico italiano.
Al termine delle interviste per il suo articolo, la ragazza si ritrova però a firmare, senza saperlo, un documento che la legherà per i mesi a venire a Luke Grady: l'accordo "segreto" che siglerà la "costringerà" a vestire i panni della “finta fidanzata” dell'attore, fino al termine delle riprese della fiction...